Fossa di Palse

Nasce dal Sant’Agnese, un latteria di latte vaccino, che prende il nome dall’omonima chiesetta del comune di Porcia. Le forme, a 6-8 mesi di stagionatura, vengono immesse a Borghi (FC), vicino a Sogliano al Rubicone terra di formaggi di fossa DOP, in fosse ovali scavate nel tufo e riempite di formaggio e paglia ben asciutta. Le fosse sono poi sigillate con il gesso e riaperte dopo tre mesi. Il Sant’Agnese, dopo alcuni mesi di ulteriore affinamento sottovuoto, si trasforma così nel Fossa della Latteria di Palse, un formaggio importante, da meditazione, che profuma di paglia, fungo e terra bagnata. Un vero e valido aiuto alla gratificazione...

Rosso di Palse

Il colore rosso della pelure che ricopre le forme di questo formaggio, rimanda al mantello delle bovine di razza Pezzata Rossa, in gran parte presenti nelle stalle locali. E’ un formaggio a pasta semidura, tipo latteria, reso unico dalla miscela di fermenti lattici utilizzati dal casaro nella sua lavorazione. Prodotto con latte pastorizzato, fermenti, caglio fungineo e senza conservanti, si può consumare fresco, con una maturazione minima di 30 giorni, o a stagionature medie di pochi mesi o più avanzate fino e oltre un anno con caratteristiche di gusto via via più decise e maggiori complessità aromatiche che ricordano i formaggi di montagna. Un formaggio, dunque, che può regalare sempre nuove...

Villa d’Arco

Prodotto con il latte dell’allevamento bovino di Villa D’Arco, frazione di Cordenons (PN), è un formaggio latteria a latte pastorizzato, pressato, a pasta semidura e semicotta nato dalla passione e dall’esperienza di Franco, casaro della Latteria di Palse. Nella sua lavorazione vengono impiegati, infatti, una miscela di fermenti lattici termofili e mesofili, da lui stesso messa a punto, che rende la pasta delicata e dolce e nello stesso tempo fresca, leggermente acidula. E’ un formaggio da gustare a 20 – 25 giorni di maturazione, che sa di latte, di burro fuso e con sentori floreali ed erbacei. In frigorifero non può assolutamente mancare, anche perché molto versatile sia a tavola che in...

Latteria Caprino

E’ prodotto con latte pastorizzato di capra, biologico, di un allevamento di Castelnovo del Friuli. E’ un formaggio a pasta semidura, pressato, ottenuto con caglio vegetale a base di cardo e fermenti lattici selezionati. La tecnica di lavorazione è simile a quella dei più conosciuti formaggi latteria di latte vaccino. E’  morbido, dolce e delicato, ma nello stesso tempo ricco di aromi persistenti, caratteristici anche della specie animale, che si accentuano con la stagionatura. Come per tutti i formaggi di ovicaprini, la pasta è di colore bianco e assume leggere sfumature gialle solo con...

Caciotta Caprina

E’ prodotta con latte biologico, caprino, pastorizzato, di un allevamento di Castelnovo del Friuli. E’ un formaggio a pasta cruda e semidura, ottenuto con l’aggiunta in caldaia di sale, di un coagulante vegetale a base di cardo e di fermenti lattici selezionati. La lavorazione prevede la rottura della cagliata in due tempi, fino alla dimensione di nocciolina, con successive soste sotto siero. Dopo l’estrazione e la messa in stampo, le formelle ricavate sono tenute al caldo, per favorire l’attività dei fermenti, rivoltate più volte e il giorno successivo messe a maturare in cella per minimo 30 giorni, per arrivare a 45-60 per le varianti più stagionate. E’ un formaggio delicato, ma nello stesso tempo ricco di aromi persistenti, caratteristici anche della specie, che si accentuano con la...